SIAMO TUTTI PRECARI... inizia così il nuovo anno scolastico:
  60.000 posti di lavoro tagliati, 7200 disoccupati in più in Sicilia

- docenti e personale ATA soprannumerari trasferiti  in altre scuole

- maestro unico in prima elementare e organico per  27/30 ore

- eliminate le compresenze per i progetti di arricchimento dell'offerta    formativa e per  il recupero

- depotenziato il tempo pieno e il tempo prolungato

- diminuite le ore d'insegnamento per lettere e  tecnologia

- eliminate tutte le sperimentazioni e il bilinguismo

- riconduzione a 18 ore di tutte le cattedre

- segreterie svuotate e corridoi privi di sorveglianza

E' ARRIVATO IL MOMENTO DI DIRE  STOP AI TAGLI

OGNUNO DI NOI PUO' FARE QUALCOSA:
   PARTECIPANDO ALLE INIZIATIVE DI PROTESTA, AIUTANDO I COLLEGHI PRECARI

- Non accettando gli spezzoni orari residui oltre l' orario cattedra

- Non accettando di fare ore eccedenti retribuite

- Non accettando alunni di altre classi divisi per mancanza dell'insegnante, se non dietro ordine di servizio scritto,
perchè é contro le norme di sicurezza,

- Il personale ATA rifiuti le supplenze per sostituire i colleghi assenti (art.6 Dpr 119/2009) che,
oltre ad essere un aggravio di lavoro scarsamente retribuito, tolgono opportunità di lavorare ai supplenti delle graduatorie.