Contro il Ponte sullo stretto di Messina e per la tutela dei territori
Manifestazione 8 Agosto 2009

Il piano per le infrastrutture varato dal Governo si configura come un vero e proprio regalo nei confronti dei grossi contractor (Impregilo in testa) che fanno del rapporto con le istituzioni pubbliche la loro fortuna. Dei 16 miliardi di Euro complessivi, 1,3 sono stati destinati al Ponte sullo Stretto, opera che ha acquisito un valore simbolico ormai superiore anche allo stanziamento previsto. All'operazione infrastrutture viene assegnato il significato del rilancio dell'economia e dell'occupazione. Si tratta di un nuovo corso a carattere globale con enormi investimenti (seppure ogni paese lo configuri con caratteristiche differenti). In realtà difficilmente questo tipo di politiche avrà un vero effetto anticiclico (ancora meno miglioreranno le condizioni di vita dei lavoratori colpiti dalla crisi), ma sicuramente servirà a trasferire risorse dal pubblico alle imprese private che sono impegnate in questo settore di mercato. La costruzione del ponte sullo Stretto, al di là del portato di distruzione di un'area paesaggisticamente straordinaria e di importanza unica dal punto di vista naturalistico e della devastazione cui condurrebbe Messina e Villa San Giovanni a causa di immensi cantieri che interesserebbero queste città per molti anni, non ha alcuna logica dal punto di vista trasportistico ed economico. Tutti gli studi condotti negli ultimi anni, infatti, a partire da quelli degli advisor ingaggiati dal governo italiano indicano in alti tassi di crescita del meridione (almeno il 3,8 %) la condizione perch´ il ponte possa essere seppur minimamente profittevole. A tali tassi corrisponderebbe, infatti, un incremento dei transiti che indurrebbe quegli introiti che giustificherebbero economicamente l'opera. Com'è evidente, però, siamo molto lontani da questi dati ed infatti negli ultimi anni il traffico nello Stretto di Messina ha visto un netto ridimensionamento piuttosto che l'auspicato incremento. I tanto sbandierati ingorghi agli imbarcaderi (che giustificherebbero l'opera) sono in realtà ormai rari e in larga misura causati da una riduzione della flotta e dalla progressiva opera di dismissione portata avanti dalle Ferrovie dello Stato nel mezzogiorno. E allora sarà alquanto difficile che possa esserci un investimento di privati in un' opera che non dà alcuna garanzia di profitti (nonostante le clausole di rivalsa che prevedono il rimborso del 50% dell'investimento allo scadere della concessione). Il finanziamento (se ci sarà, col miliardo e trecento milioni attuali avvieranno progettazione ed opere propedeutiche e/o compensative) sarà interamente pubblico e verrà, come spesso ripetuto da Matteoli, recuperato in larga parte sul mercato finanziario (attraverso prestiti e/o obbligazioni) rinviando il debito alle generazioni successive. Inoltre, i 40000 addetti propagandati dal Governo sono da ridurre, secondo recenti studi, basati peraltro anche sulle rilevazioni condotte dagli advisor, a circa 5000 di cui solo 2000 locali. Il movimento Noponte ha sempre espresso la propria contrarietà al Ponte sullo Stretto non soltanto per motivazioni ambientali, economiche, trasportistiche, sociali ma anche sollevando gravi interrogativi su aspetti tecnici legati alla scarsa valutazione sull'alta sismicità dell'area, sulla tenuta delle saldature del Ponte, sui limiti tecnologici attuali per garantire una "luce" così lunga, ecc.. Quegli interrogativi sono oggi confermati ed addirittura aggravati non da un tecnico qualsiasi ma addirittura da quello che fu il presidente del comitato tecnico-scientifico per la verifica della fattibilità del Ponte ovvero il prof. Remo Calzona che dichiara apertamente in una intervista a "La Repubblica" di avere sbagliato le previsioni: la soluzione del Ponte a campata unica è oggi assai più costosa e per nulla immune da crisi strutturali; il Ponte potrebbe collassare a causa della fatica dei materiali (il cosiddetto fletter,che provocò la caduta del ponte di Tacoma, sopra Los Angeles); è molto probabile che il Ponte subisca il fenomeno del galopping, ovvero una deformazione patita in Danimarca dal nastro d'asfalto del ponte sullo Storebelt, impedendo il passaggio di cose e persone, ovvero il motivo ufficiale per il quale si costruisce un Ponte!!! Il 22 gennaio 2006 una grande manifestazione partecipata da decine di migliaia di persone (con la partecipazione di una folta delegazione di No Tav) invase le strade di Messina e determinò di fatto uno stop alla costruzione del ponte. Il Governo Prodi, infatti, inserì l'opera tra quelle non prioritarie. Non cancellò, però, la Stretto di Messina Spa (società incaricata di gestire la costruzione del ponte), né rescisse il contratto firmato da Berlusconi con Impregilo poco prima della scadenza del suo mandato è risultato, così, agevole al nuovo Governo Berlusconi rilanciare l'operazione. Per fermare nuovamente la costruzione del ponte sullo Stretto sarà oggi necessario ricostruire le condizioni che portarono a quella grande mobilitazione di piazza. Lo abbiamo fatto una volta, possiamo rifarlo.
Costruiamo insieme
una grande manifestazione
per giorno 8 Agosto 2009

Ada Cama, Alberto Privitera, Aldo Infuso Segretario Cittadino Palermo PDCI, Alessandra Ferraresi, Alessandra Staiti,
alessandro bertuccelli, alessandro costantino, Alessandro Grussu, Alessandro Russo - Messina, alessandro turchi, alessia, alessio branca, Alfonsina Bravo, alice e simone, alisia schiff, andrea,  andrea liberati, Andrea Pagliantini, Gaiole in Chianti
angela branca, Angela Foti, angelo trovato, Anntonio Bonfiglio, Antonella ingargiola, Antonella Rotondo, Antonella Trimarchi, Antonello Mangano, Antonio Larosa - Segr. Prov. PRC Reggio Calabria, Antonio Longo, antonio tramontana,
arianna cutrupi, Arturo Marletta, ASK 191 occupato, Palermo , aspromonteLiberaMente, Ass. MATIS Vibo Marina,
Associazione Culturale L\'Arcobaleno, Associazione Marxista Unità Comunista, Associazione Omosessuale \"Articolo Tre\" di Palermo, Associazione PerlaSinistra Taurianova, Associazione sportiva dilettantistica FUTURA Volley Reggio Calabria
assud associazione culturale ASSUD FESTIVAL - Lavello(PZ), barbara grimaudo, barbara grimaudo - Cittadini Invisibili? No, razie, barbucci maurizio componente comitato politico di PRC, Beniamino Ginatempo, bertuccelli lillo, Box3 Autogestito Facolta'di Lettere e Filosofia (Palermo), Bruno Cammera, c.s.o.a. "A.Cartella", Gallico, Reggio Cal., campagna per la smilitarizzazione di Sigonella, Cantastorie Fortunato Sindoni, caprì Antonella, Carla Paolì, carla.paoli@alice.it, Carlo Verri - palermo, Carmelita Catania, carmelo cascio-messina, Carmelo D'andrea, Carmelo Ingegnere, Carnevale Maria, Carol Sost
Centro Sociale ExKarcere (Palermo), Cettina Piccolo, Cheyco Combattivamente, Ciccio Briguglio, Circolo Ottobre Rosso - Rifondazione Comunista Barcellona, Circolo PRC "Città Futura" - Catania, Circolo PRC "Peppino Impastato"- Messina
Citto Saya, Clara De Luca, Claudia Bertuccelli, Claudia Lentini, Claudio Lo Bosco - Palermo, Clelio Orbitello, Clementina Staiti, Collettivo TiroMancino - Catania, Collettivo Universitario Autonomo (Palermo), Collettivo\"La Fabbrica\" per gli spazi autogestiti - Ragusa, Comitato "Giovani e Messina", comitato No Corridoio Roma-Latina, comitato regionale siciliano PRC
commodari pino, Concetta Cocuzza, Confederazione Cobas, Confederazione Unitaria di Base (CUB) Messina, coordinamento "scilla & cariddi", crispi antonia, Cristiana Casuscelli, cub, cub pensionati messina, Cub-Messina, Cub-provinciale Ragusa,
Daniela Migliorato, daniele bertuccelli, Davide Piacenti, davide rotella, delia salemi, desiree minniti, Diego Indaimo, Domenico Battaglia, Eleonora Bovo, elio lauria - membro del coordinamento del I Municipo di Roma, elisa palagi, Emanuela Giuffré,
Emanuele Laudini, Emanuele Mangraviti, emilia pizzonia, enrico galici, enzo bertuccelli, Enzo De Luca, eugenia alibrandi
eva catizone, Fabio Sartiano e famiglia, Federazione Anarchica Siciliana, Federazione provinciale PRC Reggio Calabria,
federico cauli, Fedra Mincio, Felice Vita, Ferdinando Giovine, fernando pignataro, Ferrigno Ciro, Filippo Sutera, LAICA-CUB Messina, Flmu-Messina, Forum Ambientalista nazionale, Franca Ruello, Francesco Caruso, Francesco Lucchesi, Francesco Luddeni, Francesco Mucciardi, Franco, Franco De Luca, freecaruso@hotmail.it, Fulvio Bertuccelli, Giacomo Anselmo, giancarlo consoli - catania, Giancarlo Gismondo, gianluca grillo_melissa_kr, gianluca tripodi-sezione pdci archi-s.caterina,
Giannantonio Currò, Gianni Sorte, Gildo De Stefano, Gino Sturniolo, Giorgio Nebbia, Giovanna Beccalli, Giovanna De Salvo, giovanni colombo, GIOVANNI MAIOLO, Giuliana Sanò, Giuliano Boeti, Giulio Sturniolo, giuseppe buscema, Giuseppe Gulletta, giuseppe sottile, iusy Teresano, Gloria Faustini, Gruppo Anarchico di Ragusa, Gualtiero Alunni, Ialacqua Daniele, improBabèle ArkExtra, Iole Pants. Ivan Mirko Stanislao Tornesi, Ivana Cernuto, Ivana Oceano, katia donato, Ketty Mercato, ta tassone, Laici Comboniani Palermo, Laudini Giovanni, Laudini Riccardo, laudini roberto, Laura Caprì, Laura Cirella,
Laura La Versa, laura licata, LAVORE MANUELA, Legambiente - Circolo "S.Francesco" - Villa San Giovanni, legambiente messina, libertariamente-campo calabro, Lidia Leonaldi, Longo Francesco, Lorena, lorenzo sestieri, Loria Danilo Prc, inquefrondi(RC), luciana scuderi, Luigi Stagno d'Alcontres, Luisa Crupi, MachineWorks!, Manuela Caruso, Marcello Failla, resp. politiche comunali PRC Catania, Margherita Staiti, maria campese - segreteria nazionale PRC, Maria Costantino,
Maria De Cola, Maria Elena Quero, Maria Giovanna Mulè, Maria Gitto, Maria Ruggeri, Massimo Camarata, Massimo Chillè e famiglia, Massimo Colica, Massimo Gallo - PdCI Reggio Calabria, Maurizio Albanese, maurizio rella, Mauro Caffo, Mauro Di Giorgio, mauro gagliardi, melfi marina, MICHELE CONIA assessore prc comune Cinquefrondi, michele nicoletti, Mimmo Pitaro, Movimento per la Sinistra -Messina, natascia genovese, Nunzia Pino, Olindo Canali,Omar Minniti - capogruppo Prc Provincia di Reggio Calabria, osetto Ajello Antonia, Paolo Latella - Italia dei Valori Lodi, Partito Comunista dei Lavoratori,
Partito Comunista dei Lavoratori Palermo, Pasquale Beneduce, Pasquale Speranza, Patrizia Caminiti, Pelagos & Gea - Villa San Giovanni, Peppe D'Urso, peppe vinci, peppino restifo, Pier Luca Marzo, pier paolo zampieri, Piero Buscemi - www.girodivite.it, Piero Idone - Villa San Giovanni, Piero Paolino, Pino Gaudio, pmli.messina, PRC Lazzaro, PULVIRENTI SERGIO, rachele vannini, Rdb - Federazione Provinciale Pubblico Impiego Messina, RDB /CUB NAZIONALE, RDB PRECARI COMUNE DI MESSINA, RdB Servizi Arsenale Messina, RDB/CUB DIFESA MESSINA, RdB/CUB Messina
Rdb/CUB Milazzo, RdB/CUB Ministero dell'Economia e delle Finanze, Rdb/CUB Servizi Marisicilia, RdB/CUB Università Reggio Calabria, RDB/CUB UNIVERSITA\' MESSINA, Redazione Sicilia libertaria, Redazione Siciliantagonista.org, Rino Caputo, Roberta Tampieri romina arena-pdci reggio cal., rosa de salvo, Rosanna Pirajno, ROSARIO LAUDINI, Rossana Diletta Racioppi, Sandra Cangemi, santina fuschi, santino bonfiglio, Santo Pellicanò, Sara Cusato, Selinunte, Serafino Biondo
Serena Divino, Serena Serra, Sergio e Giovanna, Sergio Gregorio, sergio soraci, Sicilia Antica..ass.cult., sidoti luca, Silvana Alizzi, Silvana Costa, silvia dell'agli, Silvia Laudini, Simona Bassano di Tufillo, simona bertuccelli, Simone Di Blasi, Sinistra e Libertà - Messina, Sinistra e Libertà-coordinam.cittadino Messina, solare impianti, stefania furnari, Stefania La Rosa, Stelio Nesi, stostretto.it, tatiana, TerritoRioT - Calabria, Tonino Cafeo, TONIO, valentina raffa, Vallin Severine, valverde Social Forum, Vincenzo Bellomo. vincenzo siracusano, WozLab, www.ganzirri.it, www.liberaroma.org, z4nn4, zolletta

http://www.retenoponte.it/index.php

I links:

http://blogstretto.splinder.com

http://www.nodalmolin.it

http://noalponte.splinder.com

http://www.nomose.info

http://www.notav.eu

http://www.spintadalbass.org

http://www.notav.info

http://www.pattomutuosoccorso.org

http://stostretto-stostretto.blogspot.com

http://www.terrelibere.it

http:www.noponte.it

http://territoriot.noblogs.org

http://terrelibere.org/libreria

http://retenoponte.it