Siracusa 15 ottobre 2010. Caso Pedace: la solidarietà antirazzista sotto processo.
Noi difendiamo chi è solidale 14 e 15 ottobre iniziative:
Piena assoluzione per Antonio Pedace, accusato di umanità

Ci rivolgiamo a tutte le persone che si riconoscono in una comune umanità, al mondo della solidarietà,
dell’antirazzismo e del volontariato per affermare insieme un principio elementare: difendiamo chi è solidale
ed in particolare Antonio Pedace accusato di umanità.

il 24 agosto 2008 Antonio Pasquale Pedace, redattore de La Comune e dirigente nazionale di Socialismo rivoluzionario, impegnato in prima fila nella costruzione dei Comitati Soloidali Antirazzisti, a Siracusa ha assistito casualmente a un’operazione di polizia ed ha detto agli agenti che i ragazzi eritrei da loro maltrattati sono esseri umani e non bestie.
Per questo è stato arrestato ed è sotto processo con le accuse infondate di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Sottoposto a processo da quella stessa procura di Siracusa che ha sottoposto agli arresti domiciliari nel marzo scorso
Padre Carlo D’Antoni “colpevole” di aver accolto nella comunità di Bosco Minniti tanti immigrati.

La solidarietà è dunque sotto processo:
Noi difendiamo chi è solidale
A  Siracusa, in occasione dell’udienza del 15 ottobre e della sentenza, saremo presenti in aula. Realizzeremo un presidio giovedì 14 ottobre ore 16 in largo XXV luglio  al Tempio di Apollo,
svolgeremo un’assemblea pubblica venerdì 15 (sala della Chiesa S. Paolo, largo XXV luglio)

Presidi anche a:

Palermo ore 16.30 Teatro Massimo
Roma ore 17.30 largo di Torre Argentina
Napoli ore 18 p. del Gesù
Milano ore 17.30 p. Argentina (MM Loreto)
Brescia ore 18.30 p. Rovetta
Torino ore 17.30 v. Po (fronte Chiesa)
Genova  ore 17.30 p. Banchi
Bologna ore 18 p. Maggiore
Prato ore 17 p. del Comune
Firenze ore 18 Stazione Santa Maria Novella (lato scalette)


 
 
Appello di solidarietà per Antonio Pasquale Pedace
firma l'appello